Lunedì 22 luglio Civicum ha organizzato la prima riunione del Tavolo Civico per migliorare lo Stato.
Il tavolo nasce dalla volontà di cercare la condivisione sui temi che sono alla base della nostra associazione: Trasparenza, efficacia, efficienza e merito nella PA.

Abbiamo riscontrato una grande voglia di fare insieme per dare un contributo al nostro Paese. La presenza di realtà molto diverse tra loro, da grandi associazioni di categoria ad associazioni dedicate al miglioramento della vita civile, da associazioni di dirigenti pubblici a società di servizi dedicati alla PA, da associazioni di investitori in pubblicità a centri studi, ha portato una grande ricchezza di esperienze al Tavolo.

È stata una riunione produttiva nel corso della quale abbiamo deciso che il Tavolo Civico, attraverso la collaborazione di tutte le organizzazioni partecipanti si occuperà di promuovere presso le Istituzioni e la Pubblica Amministrazione:
a. Trasparenza
b. Efficienza ed Efficacia
c. Merito
d. Semplificazione e riduzione delle sovrapposizioni di competenze
Avrà un approccio pragmatico iniziando a fare alcune cose insieme prima di strutturarsi in modo più organizzato
sarà propositivo e positivo nel senso di evidenziare quello che di buono viene fatto per proporlo come modello a cui ispirarsi nel tempo dovrà dotarsi di un budget sufficiente promuoverà la partecipazione di altre organizzazioni che condividono gli stessi obiettivi promuoverà un dialogo continuo e costruttivo con i politici nel rispetto della autonomia di ruoli, ma non vedrà la partecipazione diretta di politici.

I primi argomenti che intendiamo affrontare sono:

  1. trasparenza nell’accesso ai dati prodotti dalla PA
  2. trasparenza e comprensibilità dei conti pubblici
  3. trasparenza degli obiettivi della PA
  4. trasparenza nei criteri di nomine politiche e amministrative, certificazione delle competenze, e conoscibilità delle performance,

A seguito di approfondimenti e proposte intendiamo valutare la possibilità di allargare i nostri temi anche a:

  • Giustizia
  • Fiscalità

Operativamente è stato individuato come molto interessante il modello di Open Polis che si basa sulla messa in rete di dati pubblici resi comprensibili ed aggiornabili dai cittadini, a cui si chiede di fare pressione direttamente sui politici.

Il Tavolo formalmente ancora non esiste, se non come progetto, tensione verso mete comuni. Le domande che stiamo facendoci e le risposte che stiamo dandoci permetteranno un maggior approfondimento e una messa a punto più precisa dell’iniziativa, e l’adesione formale di tutte le organizzazioni avverrà secondo le procedure di governance di ciascuna associazione.

Civicum ed alcune organizzazioni aderenti al Tavolo Civico AIDP – Associazione Italiana per la Direzione del Personale, Associazione Allievi SSPA, CIDA – Manager ed alte professionalità per l’Italia, FP CIDA – Federazione Nazionale dei Dirigenti e delle Alte Professionalità della Funzione Pubblica, Cittadinanzattiva, Labsus – Laboratorio per la sussidiarietà, Officine Einstein, Open Polis, Transparency International Italia lo scorso 25 settembre hanno assunto la prima iniziativa comune del Tavolo, spedendo una Lettera ai Presidenti di Camera e Senato, ai Presidenti ed ai componenti delle Commissioni Bilancio di camera e Senato, nella quale si chiede formalmente agli interessati di iniziare quanto prima la procedura formale per la nomina del Consiglio dell’Ufficio Parlamentare del Bilancio.

La decisione da parte di queste organizzazioni, molto diverse fra loro, ma tutte estremamente significative nel proprio campo di azione, di promuovere insieme questa importante iniziativa rappresenta il primo passo importante verso una vera operatività comune degli aderenti al Tavolo Civico.

Il 7 ottobre a Milano, presso la sede di Deutsche Bank di Via Turati, si è tenuta la seconda riunione del Tavolo Civico, che prende corpo ufficialmente, anche se alcune organizzazioni hanno in corso la formale delibera di adesione. Il Tavolo non si struttura per ora con atti formali ma rimane un punto di incontro e di elaborazione di azioni comuni per i partecipanti. Federico Sassoli de Bianchi viene nominato “Portavoce”.

Nel prossimo incontro si approfondirà il tema delle nomine pubbliche: trasparenza delle procedure, merito e competenza, e sarà messo all’Ordine del Giorno anche il tema dei fondi e risorse necessari.

I partecipanti del Tavolo, inoltre, accolgono con piacere l’ingresso di Officine Einstein!

 

Leggi il Comunicato Stampa Ufficiale del Progetto del Tavolo Civico!

Di grande importanza anche il post sul blog di Open Polis  “Monitorare i decreti attuativi per misurare l’attività di Governo” del 27 maggio 2015