In questi giorni il Comune di Milano sta inviando ai suoi contribuenti l’allegata comunicazione relativa al pagamento della TARI.

In questo caso il contribuente non deve nulla al Comune. Sta di fatto però che quando arriva una raccomandata del Comune c’è sempre una piccola scarica di adrenalina. È l’effetto di un’involontario, ma reiterato, stile di comunicazione colpevolizzante? Poteva il Comune risparmiare carta e soldi e mandare qualcosa di meno “allarmante”? Per esempio una comunicazione breve in carta semplice oppure, ancora meglio, lo stesso messaggio inviato via email? Un messaggio del tipo:” Caro concittadino, la ringraziamo per avere corrisposto tutto quanto calcolato. Restiamo a sua disposizione. Cordiali saluti”.

avviso-tari